Siamo lieti dell’esito della prima finestra del nostro nuovo bando per le produzioni audiovisive. Un bilancio più che positivo per questo primo step. Hanno partecipato numerosi progetti di altissima qualità – dichiara il Presidente della Calabria Film Commission Giuseppe Citrigno a margine della conferenza stampa, di questa mattina, durante la 72 edizione del Festival di Cannes – produzioni nazionali ed internazionali in virtù del nuovo corso intrapreso dalla Fondazione Calabria Film Commission hanno ricominciato a guardare la nostra terra con estremo interesse. Nonostante le difficoltà iniziali siamo ripartiti grazie alla sensibilità del Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio che ha individuato nella fondazione uno strumento strategico per la promozione del cine-turismo, fondamentale per la crescita del nostro territorio – e conclude – Stiamo avendo ottimi risultati e l’attenzione della stampa nazionale e internazionale. Puntiamo su giovani autori emergenti ma dalle grandi potenzialità. Questa scelta ci sta premiando e ci induce a continuare su questa strada. Sostenere le nuove leve del cinema italiano”. Annunciati, dunque, questa mattina, nel salone Marta dell’Italia Pavilion (Hotel Barrière le Majestic) i progetti ammessi nella prima finestra del nuovo bando di incentivi pubblici per l’attrazione di produzioni audiovisive e cinematografiche nazionali e internazionali nel territorio della Regione Calabria. Una serie tv, otto lungometraggi; tre corti e quattro documentari. Questo il bilancio del primo step del bando. Illustrata, dunque, la graduatoria e annunciati i film che saranno sostenuti nel 2019 dalla Calabria Film Commission.  Un bando che mira alla promozione del territorio calabrese. Valorizzando il patrimonio storico, naturalistico e culturale e che punta, soprattutto, allo sviluppo di nuove competenze professionali e a creare occupazione giovanile nel settore dell’audiovisivo. L’avviso pubblico prevede per i lungometraggi (comprese opere prime e seconde) e serie televisive un contributo massimo del 50% delle spese ammissibili fino a 250.000 euro. Per i documentari, un contributo del 50% fino a 50.000 euro. Per cortometraggi, un contributo massimo del 50% delle spese ammissibili fino a 20.000 euro. A relazionare: il Presidente della Calabria Film Commission, Giuseppe Citrigno e il consulente legaledella Fondazione, l’avv. Pasquale Gallo, a lui il compito di illustrare nel dettaglio le procedure tecniche del bando. Ospiti della conferenza stampa i produttori e i registi dei film sostenuti recentemente dalla Fondazione Calabria Film Commission. Tra questi, il produttore Fulvio Lucisano di “Via dall’Aspromonte” diretto da Mimmo Calopresti; Gianluca Curti produttore di “Calibro9” di Tony D’Angelo; Aldo Iuliano regista dell’opera prima “Space Monkeys” (accompagnato dalla produttrice Andrette Lo Conte e l’interprete francese Suade Arsane); Giuseppe Gallo produttore di “L’Altra via” di Francesco Lodari ed Emanuele Nespeca della Solaria Film per il lungometraggio “Glass boy”. Entusiasmo e voglia di tornare a girare in Calabria questo ciò che emerge dalle parole degli autori che, a margine della conferenza stampa, hanno salutato il pubblico e a cui la Calabria Film Commission ha augurato buon lavoro. Nei prossimi mesi, dunque, una serie tv; otto lungometraggi; quattro documentari e tre corti gireranno nelle location calabresi. Presentati inoltre, il thriller di respiro internazionale “American Night” diretto da Alessio Jim dellaValle appena girato a Roccella Ionica e il videoclip “Il Povero Cristo” di Vinicio Capossela ambientato, un mese fa, a Riace e diretto da Daniele Ciprì. Protagonisti: Enrique Irazoqui, il celebre Gesù de “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini e Marcello Fonte, palma d’oro a Cannes nel 2018 per “Dogman”. I nuovi progetti che saranno sotenuti dalla Fondazione e che saranno girati nei prossimi mesi in Calabria sono: la serie tv “Angela” prodotta dalla 11 Marzo Film di Matteo Levi ( reduce dal successo della fiction Rai “Il nome della Rosa”) e diretta da Andrea Porporati. Per i lungometraggi: ”Space Monkeys”, opera prima di Aldo Iuliano e prodotta da Freak Factory; “Glass boy” di Samuele Rossi e prodotta da Solaria;“Il Quinto Sapore” di Umberto Riccioni Carteni e prodotta da G&E Film Production Service; “Nel sole” di Claudio Noce della Lungta Film; “L’altra via” di Francesco Lodari della Picture Show; “I racconti della domenica” di Giovanni Virgilio della Movie Side e “Calibro 9” per la regia di Tony D’Angelo della Minerva Picture group. Inoltre, sono stati finanziati quattro documentari e tre cortometraggi. Un incontro soprattutto per tracciare un bilancio sulla prima finestra del bando e per annunciare il click day. L’apertura della seconda finestra fissata proprio per il 17 maggio. Il bando è on line, sul sito della Fondazione www.calabriafilmcommission.it, Possono presentare domanda di ammissione al contributo, per la prima fase, entro e non oltre il 15 giugno 2019 le reti di produzione cinematografica e/o audiovisiva aventi sede in Italia (codici ATECO 59.11 o 59.12), in uno dei Paesi dell’Unione Europea (classificazione equivalente NACE Rev. 2 59.11) o in un Paese extraeuropeo a condizioni di reciprocità.
Possono inoltre presentare domanda di ammissione al contributo, per le sole categorie “Cortometraggi” e “Documentario”, gli stessi soggetti di cui sopra unitamente alle associazioni culturali senza scopo di lucro, quest’ultime escluse per le categorie precedenti.