“E’ a malincuore che vi informiamo che quest’anno non sarà possibile realizzare il Gioia Tauro Film Festival – lo annunciano gli organizzatori, il regista Jonas Carpignano e Maurizio Galluccio presidente dell’associazione culturale Gioia 3.0 – Alla luce della delicata  situazione sanitaria, causata dalla pandemia, abbiamo deciso di rimandare la quinta edizione al 2021”. Una decisione sofferta, da parte dei promotori e partner (Stayblack, l’associazione Gioia 3.0, l’amministrazione Comunale di Gioia Tauro e la Calabria Film  Commission)  quella di sospendere per una stagione il festival che ha trasformato, in questi quattro anni, la città di Gioia Tauro in un villaggio del cinema emergente d’autore. Proiezioni, incontri con produttori e registi internazionali, eventi collaterali e incontri tematici sul cinema, questi gli ingredienti di una manifestazione di respiro europeo. Promossa dall’associazione culturale “Gioia 3.0” e patrocinata dalla Fondazione Calabria Film Commission. Jonas Carpignano è il direttore artistico del festival. Giovane regista italo-americano Premio David di Donatello e del riconoscimento “Europa Cinemas Label”  nella sezione Quinzaine des Réalisateurs a Cannes per il suo lungometraggio “A Ciambra”. Opera sostenuta dal progetto Lu.Ca (protocollo d’intesa tra Fondazione Calabria Film Commission e Lucana Film Commission).  “Come sappiamo, l’esperienza del Gioia Tauro Film Festival è basata sullo scambio intimo e diretto tra ospiti e il pubblico – continuano Carpignano e Galluccio – Questa vicinanza, sia durante i nostri aperitivi, sia durante le splendide proiezioni in piazza Silipigni, è al centro della nostra identità come festival. L’idea di sacrificare questa intimità, e di fare un festival scendendo a compromessi andrebbe contro la filosofia e contro la nostra visione del festival- ma rassicurano- non molleremo. Siamo già a lavoro per la quinta edizione e siamo fiduciosi che torneremo più forti di prima. Ci teniamo a crescere, migliorare ed approfondire il legame tra Gioia Tauro e il mondo cinematografico e con il vostro sostegno siamo sicuri che ce la faremo”.

 

Raffaella Salamina Ufficio Stampa Calabria Film Commission  cell. 347/8114566