Un altro importante riconoscimento per “Padrenostro” diretto da Claudio Noce. Film girato in Calabria, con il sostegno della Calabria Film Commission, conquista il premio “Il Viaggio Turismo Enit”. Evento dall’Enit nell’ambito del Sorriso Diverso Award e destinato al film che meglio ha valorizzato “l’immagine della bellezza dell’Italia nel mondo per il rilancio del turismo italiano”. A premiarlo il direttivo dell’Italian Film Commission,  giuria del premio. La commissione è stata presieduta da Cristina Priarone, Presidente dell’Italian Film Commission e direttore di Roma Lazio Film Commission, con Paolo Manera, Vice Presidente Italian Film Commission e direttore Torino Piemonte Film Commission e Luca Ferrario, Vice Presidente Italian Film Commission e direttore Trentino Film Commission. L’Enit-Agenzia Nazionale del Turismo per il decimo anno consecutivo rinnova la collaborazione con la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia ed eredita il premio “Sorriso diverso Venezia Award” dall’organizzazione del Festival internazionale del film corto Tulipani di seta nera, l’Università cerca lavoro e la TSN.  “I luoghi legati al cinema sono portatori di esperienze memorabili che invogliano alla scoperta dei territori. I film sono uno stimolo alla valorizzazione delle location, valorizzazione che non è così automatica ma occorre predisporre strategie e spazi per l’accoglienza e una spinta a maturare interesse crescente per luoghi anche meno noti visti da angolazioni e punti di vista differenti” sottolinea il presidente Enit, Giorgio Palmucci. Per il premio “il viaggio Turismo Enit” erano in lizza 7 opere che contenevano immagini suggestive dell’Italia: “Le Sorelle Macaluso” di Emma Dante; “Padrenostro” di Claudio Noce; “La verità su la Dolce Vita” di Giuseppe Pedersoli; “Molecole” di Andrea Segre; “Salvatore” di Luca Guadagnino; “Lacci” di Daniele Lucchetti; “Lasciami Andare” di Stefano Mordini. Enit  ha consegnato il premio “Il Viaggio Turismo Enit” a “Padre Nostro” scritto dallo stesso Noce con Enrico Audenino, il film è prodotto da Lungta Film di Andrea Calbucci e Maurizio Piazza, da PKO Cinema & Co., e da Tendercapital Productions, società di produzione cinematografica appartenente al Gruppo Tendercapital, in collaborazione con Vision Distribution e con il sostegno della Calabria Film Commission. Numerose le location calabresi del film: sulla costa tirrenica a Scilla e Palmi, in Sila a Lorica e sul lago Arvo, e sulla costa ionica a Caminia, Riace e al castello San Fili a Stignano che meglio valorizzi l’immagine della bellezza dell’Italia nel mondo per il rilancio del turismo italiano.