Project Description

Presentazione

Regista, autore, attore e cantante calabrese nel 1992 fonda con Saverio La Ruina la compagnia Scena Verticale e dirige dal 1999 Primavera dei Teatri, festival sui nuovi linguaggi della scena contemporanea. Dal 2013, con la propria compagnia, è titolare della residenza teatrale Progetto More al teatro Morelli di Cosenza. E’ presente, con gli spettacoli della compagnia, nei maggiori festival e teatri italiani e all’estero. Il testo La Stanza della memoria (La Mongolfiera, 1998), scritto con Saverio La Ruina, è segnalato al Premio Nazionale Teatrale Città di Reggio Calabria ‘96. Il testo U Tingiutu. un Aiace di Calabria (Abramo Editore, 2010) è finalista al Premio Riccione per il Teatro 2009. Sempre col Tingiutu, nel 2011 vince il Premio Antonio Landieri – Teatro di Impegno Civile III edizione come migliore attore. Lo spettacolo è anche nella cinquina dei finalisti per la categoria Miglior Spettacolo. Con lo spettacolo Morir sì giovane e in andropausa, di cui è regista co-autore e interprete principale, vince il Premio RomaripArte 2012.
All’attività della compagnia sono stati inoltre assegnati nel 2002 il Premio G. Bartolucci 2001 “per una realtà nuova”; nel 2003 il Premio della Critica assegnato dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro; nel 2010 il Premio Speciale UBU 2009 al festival Primavera dei Teatri – X edizione. Sempre per il festival vince, come curatore con Saverio La Ruina e Settimio Pisano, il Premio Kilowatt-Titivillus 2013.
Nel 2012 è fondatore e frontman della Omissis Mini Orchestra con la quale vince il Premio Musica contro le mafie 2012 con il brano musicale Il male minore.
Da diversi anni rivolge particolare attenzione al mondo giovanile con esperienze di didattica teatrale aperte agli studenti frequentanti Istituti di ogni ordine e grado. Opera nel campo del sociale con progetti di laboratorio finalizzati al recupero di soggetti svantaggiati e/o considerati a rischio. Rivolge particolare attenzione ai ragazzi con disabilità, con i quali dal 1999 conduce laboratori permanenti di educazione all’espressività. Dal 2011 dirige la Scuola di Teatro Carpe Diem a Rossano Calabro (CS) e dal 2013 dirige la Scuola di Teatro More a Cosenza.
Vanta sparute ma significative incursioni nel cinema italiano.

 

Director, playwright, actor and singer from Calabria.
In 1992, he founded the acting company Scena Verticale together with the actor Saverio La Ruina. Since 1999 they have been the artistic directors of Primavera dei Teatri, a festival focussing on the new languages of the contemporary scene.
Since 2013, the company is in charge of the project Progetto MORE at the Morelli theatre in Cosenza. His company’s plays have been performed in the most important Italian theatres and festivals and have been awarded many prizes. The play La stanza della memoria (ed. La Mongolfiera 1998), written in collaboration with Saverio La Ruina, received a nomination at the 1996 edition of the Premio Nazionale Teatrale Città di Reggio Calabria (National Theatre Award of the city of Reggio Calabria – translator’s note). The text U Tingiutu un Aiace di Calabria (ed. Abramo Editore, 2010) was a finalist at the Premio Riccione per il Teatro prize in 2009. With the play “U Tingiutu” he won the III edition of the Premio Antonio Landieri – teatro di impegno civile prize for best actor in 2011. The show was also one of the five finalists for the category Best Show. With the show Morir Sì Giovane ed in Andropausa, in which he is both co-author and leading actor, he won the Premio RomaripArte prize in 2012.
The company has also been acknowledged as “a New Reality” and awarded the Premio G. Bartolucci 2001 prize in 2002; the Premio della Critica (Drama critics prize – translator’s note) awarded by the National association of the drama critics in 2003; the Premio Speciale UBU 2009 award in 2010 for the X edition of the Primavera dei Teatri festival; the Premio Kilowatt-Titivillus together with Saverio La Ruina and Settimio Pisano for the Primavera dei Teatri festival organization in 2013.
In 2012 he established and became the frontman of the Omissis Mini Orchestra (OMO). With the OMO he won the Premio Musica contro le mafie (Music against Mafia – translator’s note) prize with the song Il male minore.
He has been working as a drama teacher and theatre pedagogist for several years. He also works within the field of social projects aimed at the recovery of disadvantaged people and of individuals at risk of social exclusion, with a special attention to disabled people with whom he’s been working since 1999.
He’s been in charge of the drama school Carpe Diem in Rossano Calabro (Cs) since 2011 and of the drama school More in Cosenza since 2013.
He has played some significant roles in Italian movies.

icona-pdf

SCARICA IL CURRICULUM


Nome / Name

DARIO DE LUCA


Ragione Sociale / Business name

libero professionista


Indirizzo / Address

CORSO CALABRIA, 194


Città / City

CASTROVILLARI


Prov / Province

COSENZA


CAP / Postal Code

87012


Tel

3478559006


E-Mail

dardel68@gmail.com


Web

www.scenaverticale.it


Genere /Class

Attore


Data di nascita / Date of birth

1968


Studio / School Studies

Diploma come attore (1990) ai Corsi di Formazione del Centro R.A.T. -Teatro dell’Acquario di Cosenza. Continua la sua formazione artistica con Francesco Gigliotti, Riccardo Caporossi (Club Teatro – Rem & Cap), Teresa Ludovico (Teatro Kismet OperA di Bari), Alfonso Santagata (Katzenmacher), Laura Curino (Teatro Stabile di Torino), Armando Punzo (Compagnia della Fortezza), Enzo Toma.


Formazione / Training


Collaborazioni / Collaborations

Compagnia Scena Verticale – Castrovillari (CS)


Lingue / Languages

italiano, dialetti del meridione d’Italia, spagnolo


Curriculum

CINEMA:
2015 – Ruolo in Scale Model (lungometraggio) di Fabrizio Nucci & Nicola Rovito.
2010 – Ruolo in Boris – Il Film (lungometraggio) di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo (Nastro d’Argento della SNGCI 2011 migliore attrice non protagonista; nomination ai Nastri d’Argento della SNGCI 2011 categoria nastri speciali – commedia).
2007 – Protagonista in Rosso (cortometraggio) di Rosario Mastrota.
2006 – Protagonista in La vera leggenda di Tony Vilar (lungometraggio) di Giuseppe Gagliardi (Selezione ufficiale della “Festa Internazionale del Cinema di Roma” 2006 nella sezione Extra Special; “Tribeca Film Festival 2007” di NewYork; “Buitoni Italian Film Festival 2007” di Dublino; “Weird Mob Film Festival 2007” di Sydney; “Bimbi Belli – esordi nel cinema italiano 2007” di Roma diretto da Nanni Moretti).
2002 – Protagonista in Caino (cortometraggio) di Claudio Giovannesi (Primo premio al festival “Marte Live” di Roma 2003; premio speciale della giuria al “Festival Videozoom di Tornaco 2002”; miglior soggetto originale “Corto fiction Chianciano Terme 2002”; migliore fotografia “Lucania Filmfestival 2003”; migliore colonna sonora originale “Lucania Filmfestival 2003”; Secondo premio “La Resa dei Corti 2003” di Pescara; Secondo premio “Corti da sogni 2003” di Ravenna).
2000 – Protagonista in Peperoni (mediometraggio) di Giuseppe Gagliardi (Sacher d’argento del pubblico al “Sacher Festival” 2001 diretto da Nanni Moretti; Sacher di bronzo del pubblico come miglior attore protagonista al “Sacher Festival” 2001; I° Premio al “Tollo Film Festival” di Tollo (PE) 2001; I° premio al festival “Marte Live” di Roma 2001; I° premio al “Ischia Film Festival” di Ischia 2004; premio del pubblico come miglior film al “Testaccio village” 2001).

TELEVISIONE:
2014 – Figurazione speciale ne Il giudice meschino (miniserie tv) tratto dall’omonimo romanzo di Mimmo Gangemi, regia di Carlo Carlei con Luca Zingaretti, Rai 1.

RADIO:
2007 – Storie interrotte. Il Sud che ha fatto l’Italia – progetto di Leandra D’Antone e Fabrizio Barca, regia di L. Pavolini, Rai Radio 3.
2001 – Sala giochi – radionovela di Goffredo Fofi e Maurizio Braucci, regia di Davide Iodice, Rai Radio 3.

VIDEOCLIP:
2012 – Giovani prigionieri (interprete, autore soggetto e sceneggiatura) di Dario De Luca e la Omissis Mini Orchestra, regia Fabio Rao.
2005 – Gli amici degli amici (interprete) de Il Parto delle Nuvole Pesanti, regia di Giuseppe Gagliardi.
2005 – What you see is what you get (comprimario) di Roy Paci & Aretuska, regia di Giuseppe Gagliardi.

TEATRO:
2016 – Scrive, dirige e interpreta Il vangelo secondo Antonio.
2014 – Scrive, dirige e interpreta Scanti di Natale concerto con la Omissis mini Orchestra.
2014 – Dirige, interpreta Va pensiero che io ancora ti copro le spalle di Giuseppe Vincenzi che debutta al festival Primavera dei Teatri di Castrovillari.
2012 – Scrive (con Giuseppe Vincenzi), dirige e interpreta Morir sì giovane e in andropausa (Premio RomaR.I.P.arte 2013 come miglior spettacolo di teatro-canzone e teatro-politico) che debutta al festival Inequilibrio di Castiglioncello diretto da Andrea Nanni.
2009 – Scrive, dirige e interpreta U Tingiutu. un Aiace di Calabria (Premio Antonio Landieri – Teatro di Impegno Civile 2011 per il “Miglior Attore”; spettacolo finalista al Premio Antonio Landieri 2001 nella categoria “Migliore Spettacolo”; testo finalista al Premio Riccione per il Teatro 2009) che dopo l’anteprima nazionale a Primavera dei Teatri debutta al festival Teatri delle Mura di Padova diretto da Andrea Porcheddu.
2007 – Dirige e interpreta Luigi Sturzo. Le tre male bestie di Paolo Patui, spettacolo inserito nel progetto Storie Interrotte sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico, trasmesso integralmente da Radio 3 Rai.
2006 – Scrive e dirige Elettra. Tre variazioni sul mito, interpretato da Alvia Reale, prodotto per il Festival Magna Grecia Teatro diretto da Giancarlo Cauteruccio.
2004 – Interpreta La famiglia, un progetto in divenire di Saverio La Ruina, che giunge finalista al Premio Dante Cappelletti alle Arti Sceniche e viene presentato in forma di studio al Teatro Valle di Roma.
2004 – Interpreta Kitsch Hamlet di Saverio La Ruina (testo poi segnalato al Premio Ugo Betti 2005 e successivamente pubblicato sul n. 1 di Hystrio del 2006) che debutta al Teatro Vascello di Roma nella stagione di teatro contemporaneo organizzata dall’Ente Teatrale Italiano.
2001 – Dirige e interpreta Pinocchio. Le disavventure di un burattino aspirante bambino.
2000 – Interpreta Hardore di Otello di Saverio La Ruina che dopo essere stato presentato in forma di studio a Roma al Maggio cercando i Teatri organizzato dall’Ente Teatrale Italiano debutta al festival Santarcangelo dei Teatri.
1998 – Dirige (con Saverio La Ruina) e interpreta de-viados, finalista al Premio Scenario ’97, la cui versione finale debutta nel ’99 a Milano all’interno di Teatri ’90, festival diretto da Antonio Calbi.
1998 – Dirige Pollicina di Stefania Fortino e Luciana De Rose tratto dall’omonima fiaba di H. C. Andersen.
1997 – Scrive, dirige (con Saverio La Ruina) e interpreta Sulle tracce del Piccolo Principe.
1995 – Scrive, dirige e interpreta Il mondo di Arlecchino (in seguito Capitan Giangurgolo), una lezione-spettacolo sulla Commedia dell’Arte.
1996 – Scrive, dirige e interpreta, con Saverio La Ruina, La stanza della memoria, spettacolo finalista al Premio ETI Vetrine ’96, il cui testo è segnalato lo stesso anno al Premio Nazionale Teatrale Città di Reggio Calabria presieduto da Ugo Ronfani.
1994 – Interpreta Sabbia scritto e diretto da Riccardo Caporossi.
1992 – Interpreta Il canto di Hiawatha diretto da Tarak Hammam.