Ruderi della Chiesa di San Martino

Le rovine della Chiesa di S. Martino costituiscono la più importante presenza archeologica sul promontorio di Stalettì. Era una piccola chiesa a navata unica, terminante con una trichora, che poteva essere parte di un edificio termale o di un mausoleo. Fondata sui terreni appartenenti alla villa di Cassiodoro, è correntemente identificata con

Baia di Caminia

La baia di Caminia è situata nel comune di Stalettì. Si compone di una fantastica insenatura naturale di circa 1 km compresa tra due promontori scoscesi rocciosi che fanno capo da un lato alla scogliera di Copanello (nota anche come Torre del Palombaro), dall’altro alla scogliera di Pietragrande nota per la sua

Simeri mare

Sulla costa ionica a ridosso di Catanzaro Lido sorge la frazione di Simeri Mare con la collina di Roccani e gli insediamenti turistici in località Chiusa, che fanno di Simeri uno dei comuni calabresi a più alta presenza turistica. Posizione/Location Comune di Simeri Crichi (CZ) Tipo Location/Location Type Spiagge e

Silvana Mansio

Il villaggio di Silvana Mansio posto a quota 1.470 metri s.l.m., è uno dei posti più suggestivi della Sila. Conserva nella sua interezza l’habitat naturale della Riserva, consentendo la costruzione al 90% di baite in legno perfettamente inserite nel contesto di un bosco che si estende per circa 100 mila mq. Il

Serra Pedace

Serra Pedace è un comune montano, situato a 726 metri s.l.m. sul costone del torrente Cardone. L’accogliente centro abitato è immerso nel verde dei castagni. Appartiene a questo territorio uno dei luoghi più suggestivi della Sila: Silvana Mansio. Come per la gran parte dei casali di Cosenza, anche nel caso di Serra

Spiaggia di Sellia Marina

La spiaggia di Sellia Marina, o Marina di Sellia, sorge sulla parte settentrionale del Golfo di Squillace, non molto lontano dalla foce del torrente Scilotraco. L’arenile è costituito prevalentemente da sabbia chiara tendente al grigio di fine granulometria ed è bagnato da un meraviglioso mare blu intenso. La spiaggia è particolarmente apprezzata

Lorica

Lorica è un villaggio turistico della Sila Grande, nella valle che contorna il Lago Arvo. Per la sua bellezza è unanimemente considerata “La Perla della Sila”. Il territorio del complesso turistico ricade in due comuni diversi della provincia di Cosenza: San Giovanni in Fiore e Casali del Manco. Il centro abitato è

Lago Arvo

Il Lago Arvo è il secondo della regione per dimensione. Ha un perimetro di 24 km, con una profondità di solo 30 metri. Venne realizzato come bacino idroelettrico tra il 1927 e il 1931, mediante lo sbarramento del fiume Arvo e dei torrenti Bufalo e Fiego. Immerso in un paesaggio mozzafiato, coronato

Riserva Naturale “I giganti della Sila”

All’interno della Riserva Naturale Guidata Biogenetica “I Giganti della Sila”, detti anche “Giganti di Fallistro”, si trovano dei maestosi pini larici ultrasecolari, con tronchi di due metri di diametro, detti giganti perché arrivano a 45 metri di altezza, tanto da essere spesso paragonati per dimensioni alle sequoie nordamericane. Questi alberi sono straordinari

Cropani

Cropani è un comune della provincia di Catanzaro situato a 10 km dal mare e a 13 km dalla Sila. Le due frazioni: Cropani Marina e Cuturella di Cropani, fanno parte del territorio comunale. Secondo la tradizione, la nave che trasportava a Venezia le reliquie di Marco evangelista, trafugate da marinai veneziani

Catanzaro Lido

Lido è il quartiere costiero della città di Catanzaro. Si dispone a pochi km a sud della città e si estende per 5 km lungo la costa ionica, nel Golfo di Squillace. Storicamente conosciuto come Marina di Catanzaro, lungo i suoi 2 km di lungomare sono presenti numerosi stabilimenti balneari, alberghi e

Riserva Naturale Regionale delle Valli Cupe

La Riserva Naturale Regionale delleValli Cupe è tra i più affascinanti e suggestivi siti naturalistici della presila catanzarese e dell’intera Calabria. Dislocati al suo interno un centinaio di spettacolari cascate alte fino a 100m e immerse in una cornice di vegetazione lussureggiante di tipo subtropicale; Canyons e gole; alberi secolari e specie

Camigliatello Silano

Camigliatello Silano, nel comune di Spezzano della Sila, costituisce la più nota località turistica montana della Calabria. Situato a 1.300 metri di altitudine, dispone di un moderno impianto di risalita e di due piste da sci. Il centro urbano del villaggio si trova all’interno del Parco Nazionale della Sila. Nell'abitato troviamo la

Torre dell’Orologio

La Torre dell’Orologio è una torre merlata, con orologi ai lati, che svetta nell’antico rione Castello di Mendicino. La torre è raggiungibile mediante una lunga scalinata di 132 gradini scavati nella roccia. Benché non si conosce la data certa della sua costruzione, la torre esisteva certamente nella sua forma attuale già nel

Palazzo Campagna

Palazzo Campagna è il palazzo nobiliare più importante di Mendicino, situato alle spalle del municipio. Il palazzo fu edificato dal nobile Carlo Del Gaudio tra il 1780 e il 1784, come indicato chiaramente da un’iscrizione posta sotto lo stemma gentilizio all’ingresso dell’edificio. Posizione/Location Comune di Mendicino (CS) Tipo Location/Location Type

Monte Cocuzzo

Il Monte Cocuzzo è un monte di 1541 metri dell’Appennino meridionale, situato tra i territori di Longobardi e Mendicino, in provincia di Cosenza. Si tratta della vetta più alta della Catena Costiera. Il nome Cocuzzo deriva dal greco antico e significa “cattiva pietra” o “cattiva cavità”, il ciò fa pensare ad un'

Mendicino

Mendicino è un comune del Cosentino, situato ai piedi del monte Cucuzzo, non lontano dal mare e a pochi chilometri dal capoluogo. Il piccolo borgo ha un fascino particolare per le sue costruzioni: i suoi agglomerati caratteristici e pittoreschi risalenti al medioevo, le ricostruzioni ottocentesche di palazzi e chiese, per terminare con

Museo della Seta

Il Museo della Seta di Mendicino è situato all’interno dell’antica filanda Eugenio Gaudio, in un edificio storico, costruito su costone di arenaria locale. Tale materiale, anche noto come pietra rosa di Mendicino, per secoli venne utilizzata per la realizzazione di molti edifici di pregio di Cosenza e dell’intera provincia. Il Museo nel

Villa Rendano

Villa Rendano fu edificata dal Maestro Alfonso Rendano nella seconda metà dell’800. E' situata sul monte Triglio, circondata da uno splendido parco. L’edificio richiama lo stile rinascimentale toscano post-unitario: sviluppato su tre piani, con una facciata rettilinea, movimentata soltanto dalla sporgenza del settore centrale. Il restauro, avvenuto in tempi recenti, ha permesso

Stazione di Vaglio Lise

L’impianto ferroviario di Vaglio Lise è entrato in servizio il 31 Maggio 1987, sostituendo il vecchio scalo posto nel centro cittadino. Ciò avvenne in concomitanza con l’apertura della nuova ferrovia di Paola. Il fabbricato di stazione si discosta nettamente dalle forme consuete ed è costituito da massicce pensiline in calcestruzzo armato sostenute

Ponte di Calatrava

Il ponte denominato San Francesco di Paola, più comunemente noto come Ponte di Calatrava dal nome dell’architetto spagnolo Santiago Calatrava che lo ha progettato, è stato inaugurato il 26 gennaio 2018. Il ponte collega la città vecchia con l'area più recente, e vanta 104 metri di altezza, confermandosi, attualmente, il ponte strallato

Palazzo del Governo

Il Palazzo del Governo di Cosenza, costruito in stile classico tra il 1844 e il 1847, è oggi sede della provincia. Nasce sulle fondamenta di un monastero, quello di Santa Maria di Costantinopoli. All’interno vi sono diversi affreschi che Quattro di questi assumono particolare importanza, essi raffigurano Federico II, Ruggero d’Altavilla, Dante

Biblioteca civica di Cosenza

La Biblioteca Civica di Cosenza è una delle più ricche biblioteche dell’Italia meridionale. Infatti, al suo interno, conserva numerosi manoscritti, libri corali e incunaboli. La sede è un elegante edificio in stile neoclassico, fatto costruire dal Comune negli anni ’30 del Novecento. Posizione/Location Comune di Cosenza (CS) Tipo Location/Location Type

Albergo delle Fate

L’Albergo delle Fate è stato costruito durante gli anni ’30 al centro di Villaggio Mancuso, come struttura ricettiva immersa nella natura, circondata da alti pini e una ricca vegetazione. E’ stato realizzato completamente in legno e tappezzato all’interno da pregiati arazzi dell’artigianato Silano. Dal 2007 è riconosciuto monumento storico nazionale in quanto

Campo di internamento di Ferramonti di Tarsia

Il campo di internamento di Ferramonti, nel comune di Tarsia, è stato il principale (in termini di consistenza numerica) tra i numerosi luoghi di internamento per ebrei, apolidi, stranieri nemici e slavi aperti dal regime fascista tra il giugno e il settembre 1940. Il campo fu liberato dagli inglese nel settembre del

Lago di Tarsia e diga

Il Lago di Tarsia è un lago artificiale posto a 56 metri sul livello del mare. Venne realizzato nel 1959, con lo scopo di creare un bacino idrico per i periodi di massima siccità nelle aree della Piana di Sibari. Per realizzare il lago venne creata una diga nel punto più stretto

BoCs Museum

Il BoCS Museum nasce nel 2017 nell’area del Complesso monumentale di San Domenico. Restaurato di recente e luogo di congiunzione tra la città nuova e la città antica. Oggi è uno spazio unico, permanente e dinamico, dove risiedono le opere d’arte contemporanea realizzate dagli artisti italiani e stranieri che, in questi anni,

Cosenza (Centro storico)

Cosenza è il capoluogo di provincia più a nord della Calabria. La città conta circa 70mila abitanti e si divide tra Cosenza Vecchia, sede dell’insediamento primigenio, e la città moderna, sviluppatasi lungo la riva sinistra del fiume Crati, dove sorge il Ponte Calatrava. Il centro storico è caratterizzato da una concentrazione di

Villaggio Mancuso

Villaggio Mancuso è un centro turistico montano della Sila Piccola, costruito nei primi decenni del XX Secolo come località di villeggiatura di montagna per i cittadini del Catanzarese, in una delle aree più pregiate e fitte della Sila. Si sviluppa soprattutto tra gli anni 50’ e 60’ quando vengono realizzare le tipiche

Tarsia

Tarsia è un comune di circa 2mila abitanti situato a 200 mt s.l.m. nella bassa valle del fiume Crati, tra le Serre di Spezzano e le propaggini della Sila. La posizione geografica in cui si colloca hanno fatto di Tarsia un punto strategico durante il medioevo. I siti di maggiore interesse della

Cattedrale di Maria Santissima Achiropita

La cattedrale di Maria Santissima Achiropita sorge a Rossano e fu eretta nell’XI secolo, con successivi interventi nel XVIII e XIX, è il principale monumento architettonico della città. La torre campanaria e la fonte battesimale risalgono al XIV secolo mentre gli altri decori datano tra il XVII e il XVIII secolo. La

Lungomare di Rossano

Affacciandosi sullo Ionio, Rossano ha il suo lungomare in località Sant’Angelo. Più di tre chilometri attrezzati da lidi e locali notturni che fanno di Rossano, durante l’Estate, una delle mete preferite dai giovani sul versante ionico. Posizione/Location Comune di Corigliano-Rossano (CS) Tipo Location/Location Type Spiagge e località di mare Proprietà/Property

Rossano

Posto su un colle a circa 300 metri s.l.m., il centro storico di Rossano presenta monumenti di grande rilievo. Fondata dagli enotri intorno all’XI secolo a.C. tra il 540 ed il 1059, sotto il dominio dei bizantini Rossano visse una fase di grande splendore sociale, artistico e culturale. I siti di maggiore

Lungomare di Paola

Il lungomare di Paola si estende per 3.5 km di lunghezza, tutti percorribili sia a piedi (è dotato di una pista ciclabile e pedonale) che con i mezzi. Si affaccia sulla Costa Tirrenica della Calabria, nel tratto noto come Riviera dei Cedri. Meta estiva tra le più frequentate dagli abitanti della provincia

Santuario e Convento di San Francesco da Paola

Il Santuario di San Francesco da Paola sorge in una valle costeggiata da un torrente e ricca di vegetazione, sulla parte collinare della città di Paola, città natale di San Francesco. Davanti al santuario vi è un ampio piazzale, al limite del quale si erge la facciata principale del tempio. A destra

Paola

Paola è il più importante centro della Riviera dei Cedri, un tratto di costa caratterizzato da ampie spiagge e mare limpido. L’area si estende fino al territorio montano a ridosso della zona costiera. Paola è conosciuta per la presenza dell’antico Santuario di San Francesco di Paola (XIV secolo), centro dell’ordine dei frati

Orsomarso

Situato a 120 metri s.l.m sui contrafforti occidentali dell’appenino calabrese, nella valle del fiume Argentino, poco oltre il punto di confluenza di questo fiume con il più noto Lao, Orsomarso, è un piccolo borgo di origine medievale che fa parte del Parco Nazionale del Pollino. Seminascosto fra le alte rocce di natura

Civita

Civita è un comune della provincia di Cosenza situato a 450 m s.l.m, all’interno della riserva naturale Gole del Raganello e nel cuore del Parco nazionale del Pollino, è tra le storiche comunità albanesi d’Italia. La vallata in cui sorge è circondata da montagne boscose, dove arrivano i riflessi azzurri del mare

Castello Ducale

Il Castello Ducale di Corigliano Calabro fu edificato nel 1073 come fortezza militare. Nel 2002, dopo numerose trasformazioni, viene inaugurato e aperto al pubblico con il nome di Museo Castello Ducale. Al suo interno è possibile visitare: la prigione del monaco, le cucine ottocentesche, la cappella di Sant'Agostino, il Salone degli Specchi,

Lungomare Schiavonea

Il litorale di Corigliano si divide nelle sue varie frazioni (Marina di Schiavonea, Salicetti, Ricota Grande) ed offre servizi adatti a qualsiasi esigenza. Nei pressi di Marina di Schiavonea è, inoltre, presente il porto, tra i più grandi della zona della sibaritide. Posizione/Location Comune di Corigliano-Rossano (CS) Tipo Location/Location Type

Corigliano- Rossano

Corigliano è una cittadina di 40mila abitanti che si erge maestosa su una piccola collinetta circondata da verdi uliveti e agrumeti dai colori variegati. L’importanza di questa cittadina dell’alto Ionio cosentino, si riscontra dalle numerose tracce che è possibile rinvenire all’interno del suo centro storico, dei suoi vicoli, delle dimore rurali e

Castello Aragonese

ll Castello Aragonese di Castrovillari venne fatto erigere da Ferdinando I d’Aragona. La costruzione, completata intorno al 1490, consiste di un corpo rettangolare composto da 4 torri cilindriche. La torre più grande, il cosiddetto “mastio”, è nota come “torre infame” a causa delle terribili punizioni inflitte ai prigionieri in essa rinchiusi. Il

Castrovillari

La città di Castrovillari, costaggiata dal fiume Coscile, è posta in un avvallamento naturale denominato “Conca del Re”, a 362 m s.l.m. Essa è circondata dall’Appennino Calabro–Lucano e costituisce il centro più grande del Parco Nazionale del Pollino. La cittadina si divide in due aree: la parte moderna, adagiata in una zona

Scogliera Nera di Cirella

La Scogliera Nera di Cirella è una delle più suggestive scogliere del Tirreno Cosentino, si estende per alcune centinaia di metri a nord e a sud di Punta di Cirella, da cui si può vedere l’isola omonima. La scogliera è composta prevalentemente da rocce di natura calcarea ed è quasi interamente percorribile

Ruderi di Cirella

Nell’antichità, “Cirellae” fu un borgo medievale tipico dei centri bizantino- normanni dell’alto Tirreno calabrese. Sita su un piccolo promontorio che si affaccia sul mare, è formata dai ruderi dell’abitato e da altre importanti costruzioni tra cui si possono ammirare i resti del castello costruito dal principe Carafa nel XVIII secolo, del convento

Cassano allo Ionio

Situata al centro della Piana di Sibari, nella Calabria del nord, Cassano allo Ionio è una cittadina di 18mila abitanti. Secondo alcuni studiosi le origini risalirebbero all’epoca neolitica, come è possibile riscontrare nelle straordinarie Grotte di Sant’Angelo. Tra i monumenti più significativi della cittadina, di particolare importanza è la Cattedrale (basilica minore),

Alessandria del Carretto

Situata a 1.000 metri s.l.m., Alessandria del Carretto, è il comune più alto del Parco nazionale del Pollino. Il paese, in origine conosciuto come “Torricella”, è stato fondato nel 1696 dal principe Alessandro Pignone del Carretto. Insieme ai magnifici murales, presenti in tutte le vie del borgo, luoghi di interesse sono: la

San Giovanni in Fiore

San Giovanni in Fiore sorge su un pendio ai piedi del Montenero, all’interno dell’altopiano Silano. Con i suoi 17mila abitanti rappresenta il comune più popolato d’Italia oltre i 1000 mt. Nella parte più bassa del paese, in prossimità della confluenza dei fiumi Neto e Arvo, si trova l’Abbazia Florense, fondata dall'abate Gioacchino

Fiumefreddo Bruzio

Fiumefreddo è una delle più antiche cittadine del litorale tirrenico, cinta da antiche mura difensive con porte fortificate e torri di vedetta. L’estensione del borgo, ben conservato, è delimitata da una terrazza che domina il mare. Tra le bellezze da visitare vi sono: il Castello della Valle edificato nel XIII secolo, la

Belmonte Calabro

Belmonte è uno dei centri storici più interessanti e meglio conservati del basso tirreno cosentino. Il paese presenta una struttura tipicamente medievale, con le abitazioni una a ridosso dell’altra che costeggiano vicoli stretti e tortuosi, residenze signorili che si aprono su piccole piazzette, caratteristici archi medievali, giardini pensili e ripide scalinate. Il

Amantea

Amantea è una città ricca di tradizioni culturali, manifestazioni e monumenti di interesse storico artistico, oltre a essere una famosa località balneare della costa tirrenica. La città è divisa in due parti: l'antico centro abitato arroccato su un colle roccioso e il nuovo centro, adagiato lungo la costa. Particolarmente suggestivi sono i

Area Archeologica di Locri Epizefiri

Locri Epizefiri con i suoi santuari, il teatro, le mura e il quartiere degli artigiani, si presenta come una zona archeologica. Alle sue spalle, il Museo Archeologico Nazionale si sviluppa essenzialmente su due livelli: il livello sopraelevato, costituito dall’area espositiva nella quale trovano posto i reperti e il secondo livello, costituito da 

Parco Archeologico di Scolacium

Tra gli ulivi secolari sorge un vero e proprio tesoro artistico-culturale, denominato “Parco Scolacium” di Roccelletta. Dell’abitato pre-romano rimane poco; i resti dimostrano l’impianto della colonia romana con i monumenti più importanti: la Basilica, il foro e il teatro adagiato sulla collina. Passeggiando dal foro verso il teatro e la necropoli si

Murales Diamante

I vicoli di Diamante sono una galleria a cielo aperto: oltre 200 dipinti realizzati lungo i muri di Diamante dal 1981, in seguito all’originale idea del pittore Nani Razzetti per rivalutare il centro storico del paese. Diamante ha ospitato ben 83 artisti provenienti da tutto il mondo per dipingere le facciate delle

Museo all’aperto Soriano Calabro

Il Museo civico dei Marmi (MuMar) nasce dall’idea di riunire le opere superstiti del terremoto del 1783. La bellezza e la ricchezza artistica del MuMar derivano dal connubio tra il luogo in cui si sviluppano refettorio e cucina, all’interno di uno dei chiostri del convento, e il materiale utilizzato: il marmo lapideo. La

Museo internazionale della Scultura all’aperto + Parco della Biodiversità

Il Parco della Biodiversità Mediterranea è un’area verde che si estende per 60 ettari nel cuore della città di Catanzaro. È un ecosistema in cui convivono grandi varietà floristiche e faunistiche. Al suo interno il Parco ospita le sedi del CRAS (Centro Recupero Animali Selvatici), del MUSMI (Museo Storico Militare “Brigata Catanzaro”)

Museo all’aperto Cosenza + Corso Mazzini

Il MAB (Museo Aperto Bilotti) è collocato sull’arteria principale della città di Cosenza. Un progetto che presenta opere di grandi maestri quali l’enigmatica e simbolica composizione di “San Giorgio ed il Dragone” di Dalì, diverse opere di Giorgio De Chirico, il “Lupo della Sila” dell’artista calabrese Mimmo Rotella ed ancora opere di

Teatro Politeama

Il teatro Politeama di Catanzaro sorge nel centro storico all’interno dell’area del cine-teatro Politeama Italia. E’ tra i più giovani teatri d’Italia, inaugurato nel 2002, e progettato dall’architetto Paolo Portoghesi. La struttura della sala centrale ha la forma tipica a ferro di cavallo che riprende la tradizione classica. Dispone di cinque ordini

Teatro Cilea

Il teatro di Reggio Calabria è intitolato alla memoria del compositore calabrese Francesco Cilea. L’edificio occupa un’area compresa tra il corso Garibaldi ad ovest, la via cattolica dei Greci a sud, la via del Torrione ad est e la via Osanna a nord. Con una capacità di 1.500 posti è il teatro

Teatro Rendano

Il teatro, ubicato in Piazza XV marzo nel cuore del centro storico, è dedicato al pianista Alfonso Rendano. Affonda le sue radici nel Rinascimento e presenta una vasta sala con 3 ordini di palchi rivestiti in velluto rosso cremisi. E’ riconosciuto come teatro di tradizione per la sua attività culturale e artistica.

Stretto di Messina

Chiamato nell’antichità stretto di Scilla e Cariddi, collega il mar Tirreno al mar Ionio, separando le due città di Messina e Reggio Calabria. Può essere rappresentato come un imbuto con la parte meno ampia verso nord, in corrispondenza della congiungente ideale capo Peloro (Sicilia) – Torre Cavallo (Calabria); verso sud questo imbuto

Costa Viola

Si estende per circa 35 km tra lo stretto di Messina e il basso Tirreno. La linea di costa, stretta tra mare e montagna, è dominata da frastagliate costiere e da anfratti come la grotta dello sparviero. I fondali marini, simili a quelli tropicali, presentano un ecosistema ancora integro. Posizione

Capo Bruzzano

Situato sulla costa ionica della provincia di Reggio Calabria è un promontorio caratterizzato da scogliere e rocce scolpite dal vento e dal mare che formano suggestive sculture naturali. La spiaggia ha l’aspetto di un miraggio cromatico in mezzo al deserto di sabbia. Tra il capo e le famose piscine d’acqua si estende

Le Castella

Situata sulla costa ionica della Calabria, a 10 km da Isola Capo Rizzuto, domina la baia con l’antica fortezza aragonese che si colloca in un contesto ambientale di elevato pregio naturalistico. In una delle stanze della fortezza è possibile osservare i fondali dell’area marina, nota sia per il valore paesaggistico e ambientale

Roseto Capo Spulico

Situato nell’alto Ionio cosentino è un centro turistico con Castello a picco sul mare. Di notevole interesse è il centro storico risalente al Medioevo con stradine e vicoletti che offrono scorci panoramici sul mare. La spiaggia è prevalentemente libera di tipo ciottoloso ghiaioso. Posizione Comune di Roseto Capo Spulico (CS)

Isola di Dino, San Nicola Arcella, Arco Magno

L’isola di Dino sorge sulla costa nord occidentale del Tirreno, di fronte all’abitato di Praia a Mare. San Nicola Arcella, situato sulla Riviera dei Cedri, a 110 metri sul livello del mare, vanta un tratto di costa con spiagge di sabbia grigia ed un mare cristallino. Da tale località è possibile osservare

Serre Vibonesi / Monte Poro

Il comprensorio delle Serre rientra in quella parte dell’Appennino Calabrese interposto tra la Sila e l’Aspromonte. Il limite settentrionale è rappresentato dalla congiungente Maida-Stalettì e quello meridionale dal piano della Limina. Costituisce un gruppo montuoso piuttosto articolato e di elevata valenza paesaggistico-naturale compreso in un vasto altopiano che digrada, con pendenze più

Sila

L’altopiano della Sila si estende su una superficie complessiva di circa 150.000 ettari, con vaste foreste, distese su altopiani ed emozionanti paesaggi che si protendono sul Pollino e l’Aspromonte. In Sila troviamo bacini idrici, corsi d’acqua e laghi, tutti artificiali, realizzati nella prima metà del secolo scorso. La superficie boschiva è costituita

Pollino

È una catena montuosa dell’Appennino meridionale al confine tra Basilicata e Calabria. Ha vette tra le più alte del Mezzogiorno d’Italia, coperte di neve per ampi periodi dell’anno. Dalle sue cime, oltre i 2200 metri di altitudine sul livello del mare, si colgono ad occhio nudo le coste tirreniche di Maratea, di

Aspromonte

L’Aspromonte è un massiccio montuoso dell’Appennino che si sviluppa a terrazze sovrapposte. La vetta più alta è il Montalto (1.956 m) costituito da rocce arcaiche. Alla base si riscontra la macchia mediterranea. Sulla fascia jonica si trovano ginestre spinose che convivono con il lentisco, il mirto, il perastro e le tamerici. Risalendo

Laghi di Sibari

Sibari è meta turistica famosa anche per il Centro Nautico al cui ingresso sorge il Museo Nazionale della Sibaritide. La sua laguna è un esempio di riqualificazione del territorio. I Laghi di Sibari ospitano oltre duemila imbarcazioni e rientrano tra i più grandi poli turistici di attracco del Mediterraneo. L’approdo comprende attrezzature

Porto Turistico Tropea

Il porto sorge a pochi metri dalle spiagge e le baie. Dispone di 450 posti per imbarcazioni con fondali che vanno da 3 a 5 metri e tutti gli ormeggi sono dotati di colonnine per la fornitura di acqua ed energia elettrica che viene erogata con chiave elettronica a consumo. Tutta l’area

Vibo Valentia

Il porto di Vibo Valentia, fra i più sicuri della costa, è situato nella baia naturale di Santa Venera ed è utilizzato per le attività commerciali, militari, pescherecce e turistiche. Il porto è fra i più sicuri della costa. Per il diporto esistono pontili privati per complessivi 500 posti. Esiste un altro

Porto di Gioia Tauro

Il porto è situato lungo il litorale dell’omonimo golfo, nel cuore del Mediterraneo, punto d’incontro fra le rotte marittime Est-Ovest e il corridoio trans-europeo Helsinki – La Valletta. Gioia Tauro è il più grande terminal per il transhipment presente in Italia e uno dei più importanti hub del traffico container nel bacino

Università Mediterranea

L’Università Mediterranea accoglie diverse strutture didattiche ed amministrative: 6 dipartimenti e 60 laboratori. Coniuga ricerca e didattica: corsi di studio orientati al territorio danno vita ad un politecnico dell’ambiente con propensione agli aspetti paesaggistici, urbanistici e della green economy. Posizione Comune di Reggio Calabria Tipo Location Università Proprietà: Pubblica Coordinate GPS

Università Magna Grecia Catanzaro

L’Università Magna Græcia sorge alle porte di Catanzaro, a pochi chilometri dal centro cittadino, in località Germaneto, su un’area di oltre 170 ettari nella valle del fiume Corace. Sono presenti strutture funzionali alle esigenze della comunità accademica. La sede di Germaneto è attiva dal 2004 ed è tuttora in via di completamento:

Unical

L’Università della Calabria istituita nel 1968, comprende un’area di oltre 200 ettari che si estende lungo un pontile, costituito da strutture di cemento armato, una pista veicolare e una passerella pedonale. Gli edifici dei vari dipartimenti sono di forma cubica e si allacciano alla struttura orizzontale del pontile. Nella parte più a

Pentedattilo

Borgo arroccato sulla rupe del Monte Calvario, in provincia di Reggio Calabria, a 250 metri sul livello del mare. È un labirinto di stradine e sentieri pieni di scorci interessanti e case di pietra con archi, ormai ridotto in una sorta di villaggio fantasma dopo che i suoi abitanti si sono trasferiti.

Cleto

Borgo posto ad un'altitudine di circa 200 metri sul livello del mare, ai piedi del monte S. Angelo, zona da cui si domina il litorale tirrenico fino alle Isole Eolie. Al centro storico si accede mediante quattro porte: Porta Pirillo a sud, Porta Forgia ad ovest, Porta Cafarone ad est e Porta

Ferruzzano

Borgo situato a 476 metri sul livello del mare in provincia di Reggio Calabria sulla Costa dei Gelsomini. Si affaccia sul mare Ionio e alle spalle si ergono le montagne dell’ Aspromonte orientale. Il centro storico per la sua posizione geografica offre uno sguardo panoramico: la piazza Belvedere (San Giuseppe) e i

Laino Castello

Borgo situato a 545 metri sul livello del mare, su una collina sul versante calabro della Valle del Mercure (Parco Nazionale del Pollino). Caratteristica principale è la presenza di numerose contrade rurali che coprono la quasi totalità del territorio, dove continua a praticarsi un’agricoltura tradizionale e dove vengono maggiormente conservati gli usi

Scilla – Chianalea

Borgo caratteristico per la sua storia millenaria e per la sua posizione a ridosso del mare. Sullo “Scaro Alaggio”, approdo delle barche dei pescatori, si impone il Palazzo Scategna. Per le piccole vie di Chianalea si possono osservare antiche fontane e chiese. In alto troviamo l’austero Castello dei Ruffo, costruito a scopo militare

Bagnara

Cittadina che sorge tra sporgenze e rientranze in una zona costiera lambita a ovest dal mar Tirreno, a 50 metri sul livello del mare e a pochi chilometri dallo stretto di Messina. Interessanti sono la Torre Ruggiero, il Castello Ducale e le chiese del Carmine e del Rosario. Le sue coste nel

Santuario di Santa Maria delle Armi – Cerchiara di Calabria

Complesso architettonico di origine medievale tra i più pregevoli della Calabria situato a 650 metri sul livello del mare nel Parco Nazionale del Pollino. Scavato in parte nella roccia, sorge imponente il monastero della Madonna delle Armi, testimonianza dell’importanza che il monachesimo orientale ebbe nella cultura calabrese. Al suo interno custodisce notevoli

Maierà

Paesino a 360 metri sul livello del mare, costruito su uno sperone roccioso che sormonta il torrente Vaccata. Nel centro storico si incontrano opere d’arte moderna e del passato; da visitare il Palazzo Ducale, la Chiesa Madre e il complesso monastico italo-greco. Il paese è separato dal vicino e dirimpettaio paese di

Cosenza

La cittadina sorge a 238 metri sul livello del mare sul colle Pancrazio, da cui si erge il Castello Normanno-Svevo. Camminando tra i vicoli della città vecchia incontriamo palazzi e botteghe ottocenteschi. Il corso è diviso dalla piazza del Duomo, circolare e intervallata da scalinate. In Piazza XV Marzo troviamo la statua

Serra San Bruno

La cittadina situata a 790 metri sul livello del mare, in provincia di Vibo Valentia è costituita dal centro storico, chiamato Terravecchia, e da un quartiere più nuovo con numerose chiese, a testimonianza dell’attività delle confraternite locali. La vera attrattiva sono le bellezze naturali, ma un posto di primo piano lo occupa sicuramente

Morano

La cittadina sorge su un colle a circa 700 metri di altitudine con affaccio panoramico sulla Valle del fiume Coscile. L’abitato, costituito da scalinate ampie, case in architettura povera e palazzi gentilizi, si sviluppa verso valle all’interno di un sistema di cinte murarie. La Chiesa di S. Bernardino da Siena in stile

Badolato

La cittadina, situata su una collina a 240 metri sul livello del mare e con alle spalle le pre-Serre Calabre, si presenta come un borgo medievale caratterizzato da un impianto bizantino con numerose chiese e vicoli caratteristici. La chiesa dell’Immacolata, con un portale in granito e le opere di artisti partenopei e

Tropea

La cittadina è adagiata su una roccia di tufo imponente a 60 metri sul livello del mare. Nel centro storico si erge la Cattedrale romanico-normanna, circondata da una piazzetta panoramica sotto la quale si apre un porto turistico. I palazzi nobiliari, con caratteristici portali, risalgono ad un periodo tra il ‘700 e

Santa Severina

La cittadina sorge sulla vallata del fiume Neto a circa 326 metri sul livello del mare. Il Castello, si affaccia su uno scenario che spazia dai monti della Sila al mare Ionio. Il quartiere “Grecia”, nella zona orientale, intatto dal punto di vista urbanistico e da cui si distende il panorama del

Altomonte

La cittadina giace sopra un promontorio a circa 455 metri sul livello del mare. Una parte del suo territorio si estende in pianura, l’altra in collina. Il Castello Normanno, che ha mantenuto l’impianto originale, oggi ospita un albergo. La chiesa di Santa Maria della Consolazione rappresenta il massimo esempio d’arte gotica-angioino in

Gerace

La cittadina medievale, posta su una rupe arenaria a 470 metri sul livello del mare, dista solo 10 Km dalla costa ionica. Il territorio comunale risulta suddiviso in cinque zone: città alta, castello, borghetto, borgo maggiore, piana. Tra i vicoli osserviamo archi a volta, stradine strette, palazzi storici con sontuosi portali in